PugliaRegione Puglia + TarantoProvincia di Taranto 

Torna il periodico appuntamento con l’Urban Transition Center che giovedì 8 aprile, alle 17:30, si confronterà con la comunità sul futuro del quartiere Paolo VI. L’incontro, scaturito anche dalle sollecitazioni giunte dai cittadini, si inserisce nell’ambito delle attività messe in atto per favorire momenti concreti di dialogo con l’amministrazione guidata dal sindaco Rinaldo Melucci, approfondendo azioni e progetti messi in campo. Il quartiere Paolo VI, peraltro, recentemente è stato inserito come obiettivo di rigenerazione nella proposta progettuale presentata dal Comune per il bando “Programma innovativo nazionale per la qualità dell'abitare”. L’incontro si terrà in videoconferenza, tramite la piattaforma Webex (https://comune-taranto.webex.com/comune-taranto-it/j.php?TID=md9aa7b56675af20b2035ecae694f4c37), e sarà anche occasione per ascoltare le testimonianze dei rappresentanti di attività produttive, culturali e sociali presenti nel quartiere.

L’ampia partecipazione registrata dal webinar sulla raccolta differenziata, organizzato ieri dall’Urban Transition Center, conferma quanto sia alta l’attenzione dei cittadini nei confronti di un servizio sul quale l’amministrazione Melucci ha puntato molto e che sta cambiando in positivo il rapporto tra città e rifiuti urbani.

All’incontro hanno preso parte l’assessore all’Ambiente del Comune di Taranto, Paolo Castronovi, il presidente di Kyma Ambiente, Giampiero Mancarelli, e i dirigenti tecnici della società partecipata. Punto di partenza la campagna di promozione “A raccolta!”, che da più di un anno accompagna l’estensione del servizio di raccolta differenziata a tutto il territorio cittadino.

Pur trattandosi di una tematica articolata e complessa, la gestione dei rifiuti urbani è stata affrontata in termini operativi e pratici, con lo scopo di sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza. Un plauso al metodo partecipativo scelto da amministrazione Melucci e Kyma Ambiente è arrivato dal presidente di Amiu Trani, Gaetano Nacci, che ha fornito anche un contributo rispetto all’esperienza della città della provincia BAT.

Molto significativa la partecipazione al webinar della classe IV BAU dell’istituto tecnico Pacinotti, che ha presentato il proprio progetto “Il cassonetto intelligente”, finalista al concorso Welcome to Automation. Uno degli studenti coinvolti, Alessandro Rini, con l’aiuto del professor Fabio Cito, ha evidenziato il percorso compiuto nell’elaborazione del progetto: oltre agli aspetti tecnici, questa esperienza dimostra come l’attenzione verso i temi dell’ecologia e della sostenibilità, da parte dei più giovani, sia assolutamente crescente.

Molti cittadini, in diverse vesti, hanno voluto offrire il loro contributo personale alla discussione, ponendo anche delle domande soprattutto al presidente di Kyma Ambiente che, ringraziando l’amministrazione Melucci per l’occasione di confronto, ha risposto a tutti insistendo sulla necessità di operare una vera e propria rivoluzione civica nella cittadinanza.

Proseguono i tavoli tematici organizzati dall’amministrazione Melucci e finalizzati sia alla realizzazione dei progetti inseriti nel dossier di candidatura di Taranto a Capitale Italiana della Cultura 2022, sia a nuovi progetti che prevedano la messa in rete delle iniziative.

Lunedì 22 marzo si è tenuto il secondo appuntamento per il tavolo Ecosistema Storia, all’interno del quale sta prendendo forma il progetto della Notte Bianca dell’Archeologia che, partendo dall’idea già realizzata negli scorsi anni dall’ATI di archeologi “Taranto Sotterranea”, si avvia a diventare un evento estivo che coinvolga numerosi operatori del settore in diversi luoghi della città dal tramonto sino all’alba del giorno successivo. Accanto ad esso, i partecipanti al tavolo hanno portato all’ordine del giorno progetti già consolidati da mettere in rete.

Mercoledì 24 marzo, invece, ha preso avvio il Tavolo Ecosistema Riti, Tradizioni ed Enogastronomia. L’incontro si è svolto in un clima di grande collaborazione tra tutti i partecipanti e numerosi sono stati gli spunti proposti. Uno tra tutti è stato particolarmente apprezzato sia dall’assessore alla cultura Fabiano Marti, presente come sempre al tavolo in rappresentanza dell’amministrazione comunale, sia dagli operatori intervenuti: il recupero delle tradizioni legate al tarantismo in tutte le sue declinazioni, dall’aspetto antropologico a quello gastronomico, al fine di recuperare e preservare questo prezioso patrimonio culturale, ma anche di riportarlo alla luce attraverso il racconto tramandato di generazione in generazione, rendendolo elemento unico e grande attrattore per il turismo. I rappresentanti del mondo enogastronomico, inoltre, hanno dichiarato la loro volontà di collaborare per un unico grande progetto che unisca competenze e peculiarità dei singoli eventi.

I partecipanti ai due tavoli si sono dati appuntamento ai prossimi incontri previsti dal calendario stilato dall’Urban Transition Center per la presentazione dei progetti, così da iniziare a stilare una specificazione programmazione tematica per Taranto2022. Tutti coloro che vorranno partecipare ai tavoli potranno inviare la loro richiesta tramite mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

«La cosa più bella che sta avvenendo – ha dichiarato l’assessore Fabiano Marti – è la collaborazione, mai avvenuta prima, tra gli operatori della cultura tarantina. Al di là dei progetti delle singole associazioni, che porteremo avanti come sempre abbiamo fatto, stanno nascendo progetti condivisi che rappresenteranno la vera svolta culturale della città. Alcuni di essi, oltretutto, proveremo a metterli in cantiere, compatibilmente con le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria, già per la seconda parte del 2021. Siamo davanti ad una vera e propria rivoluzione culturale, e questa rivoluzione la stiamo facendo tutti insieme».

Tutto quel che c’è da sapere sulla raccolta differenziata, dalle regole di conferimento alla corretta separazione dei rifiuti in casa, sarà il tema del prossimo incontro in videoconferenza organizzato dall’Urban Transition Center dell’amministrazione Melucci.

Martedì 30 marzo, alle 17, sulla piattaforma Webex (https://comune-taranto.webex.com/comune-taranto-it/j.php?MTID=md4554040cd2cb0245bd08ec4707c095c), i professionisti dell’UTC, coadiuvati dall’assessore all’Ambiente Paolo Castronovi, dal presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli e dal dirigente tecnico dell’azienda partecipata Cosimo Natuzzi, presenteranno la campagna “A raccolta!”.

Sarà affrontato uno dei temi più sentiti dai cittadini, da un anno a questa parte impegnati con l’amministrazione nella realizzazione di un obiettivo centrale per Taranto: trasformare radicalmente il rapporto con i rifiuti, attraverso l’estensione a tutta la città del servizio di raccolta differenziata.

L’incontro avrà un taglio formativo, per sensibilizzare gli utenti e migliorare il servizio. Un esercizio di educazione civica per stimolare la cittadinanza ambientale e rinsaldare il legame tra istituzioni e tarantini, tra gli obiettivi prioritari del piano di transizione “Ecosistema Taranto” e dell’UTC, che affianca l’amministrazione Melucci in questo percorso.

Parte il percorso di collaborazione tra amministrazione Melucci e associazione NeXt - Nuova Economia per Tutti, fondata dall’economista Leonardo Becchetti.

Il primo passo, compiuto in videoconferenza a causa delle attuali restrizioni, ha consentito di fissare l’agenda dei temi che saranno oggetto, nel breve termine, di una piattaforma convenzionale ispirata al piano di transizione economica, ecologica ed energetica “Ecosistema Taranto”.

«Proprio il nostro manifesto politico ha conquistato l’attenzione del professor Becchetti e di NeXt - Nuova Economia per Tutti – ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci –. Mutuando il percorso già compiuto con l’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile del Ministro Enrico Giovannini, con questa collaborazione contiamo di perfezionare ulteriormente il lavoro fatto sulla matrice Asvis e, più in generale, sui temi dell’Agenda Onu 2030 e del Benessere Equo e Solidale».

L’associazione NeXt - Nuova Economia per Tutti coinvolge più di 40 soggetti e collabora con la CEI nell'organizzare il percorso delle buone pratiche della 49esima “Settimana sociale dei cattolici italiani” (a Taranto il prossimo ottobre) ed è già impegnata su diversi fronti come il contrasto della povertà e dell’abbandono scolastico, il sostegno all’imprenditoria giovanile, la promozione della rigenerazione urbana e il reddito di cittadinanza.

«A queste priorità – ha concluso il primo cittadino –, abbiamo aggiunto anche la riqualificazione di tutta la platea ex Ilva: sposiamo in pieno l’idea di “comune a esclusione zero” del professor Becchetti e vogliamo applicarla a tutti i livelli della nostra comunità».



In Evidenza

 


Servizi

 

 

 
 

    LM banner 200x100    pagoPA    Cattura     PROTEZIONE CIVILE Banner appalti LM banner 200x100 .LM banner 200x100Banner appaltiBanner appalti  Banner appaltiLM banner 200x100Banner appalti 

Il sito istituzionale del Comune di Taranto è un progetto realizzato da Parsec 3.26 S.r.l.

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza i cookie per il funzionamento e per offrirti una migliore esperienza. I cookie tecnici e i cookie utilizzati per fini statistici sono già stati impostati. Per ulteriori dettagli sui cookie, compresi quelli terze parti, e su come gestirne le impostazioni consulta la Cookie Policy.

Cliccando ACCETTO acconsenti all’utilizzo dei cookie.