Art. 68 Revisione dello Statuto Comunale*

1) L’iniziativa della revisione dello Statuto comunale appartiene a ciascun Consigliere comunale, alla Giunta, ai Consigli Circoscrizionali.

2) Prima di essere poste all’esame della competente commissione consiliare, le proposte di revisione dello Statuto devono essere affisse all’albo pretorio per un termine minimo di quindici giorni e sono trasmesse a ciascun Consiglio Circoscrizionale

3) Il regolamento consiliare determina le modalità attraverso le quali si realizza l’informazione dei cittadini in ordine alle proposte di revisione dello Statuto e sul relativo procedimento di esame.

4) Prima di procedere alla votazione sulla proposta di revisione, il Consiglio comunale, quando lo richieda un terzo dei Consiglieri assegnati, sottopone la proposta di revisione dello Statuto a referendum consultivo, ovvero promuove adeguate forme di associazioni, organizzazioni ed enti.

5)* L’entrata in vigore della 2^ e 3^ disposizione del comma 3 dell’art. 22 è fissata al 1° gennaio 2008.


* Così come integrato con deliberazione di C.S. n. 899 del 30/07/2007.