Ippazio Stefàno

Il Sindaco Ippazio StefanoIl dott. Ippazio Stefàno (Ezio per gli amici) è natoil 25 agosto 1945 a Casarano (Le) ma ha sempre vissuto a Taranto, dove ha frequentato la scuola elementare ‘Acanfora’, la scuola media‘Bettolo’ ed il liceo classico ‘Archita’; diplomatosi nel 1964, si è iscritto all’università di Bari dove si è laureato in Medicina eChirurgia il 16 dicembre 1970.

Universalmente conosciuto per la sua attività di medico, ha un importante curriculum professionale.

Abilitatos ialla professione di medico chirurgo nel 1971, è stato assistente urologo nella divisione di Urologia e poi assistente pediatra presso la divisione di Pediatria dell’ospedale civile di Taranto dal 1971 al1976: in tale periodo ha prestato servizio medico volontario nellamissione di Zinviè, nel Dahomey, dal giugno al dicembre 1974, guadagnandosi un attestato di benemerenza;

Aiuto-pediatra, responsabile della sezione di Neonatologia all’ospedale civile diCodigoro (Fe), da marzo1976 a settembre 1977, è poi rientrato a Taranto dove è stato prima aiuto-pediatra, nel centro di Microcitemia (gennaio1978 - maggio 1992) poi responsabile del ‘Modulo organizzativo’ di oncoematologia pediatrica e del centro di Microcitemia dell’azienda ospedaliera SS.Annunziata (maggio 1996 - dicembre 1997) e infine responsabile della struttura semplice di Microcitemia di Taranto, daldicembre 1997 alla sua elezione a Sindaco.

Specializzatosi in Clinica pediatrica all’università di Bologna nel 1975, e in medicina preventiva del lavoro e psicoattitudinale all’università di Pavia nel 1978, è membro dell’AIEOP (Associazione italiana di ematologia eoncologia pediatrica) ed ha svolto un’intensa attività di ricerca frequentando il dipartimento dell’Asma dell’Hammersmith Hospital diLondra, la divisione di Pediatria dell’ospedale ‘S. Anna’ di Ferrara, la divisione di Ematologia dell’ospedale Cardarelli di Napoli, ilC.N.R., l’Istituto internazionale di Genetica e Biofisica per lo studio delle emoglobine e delle thalassemie, la clinica pediatrica di Bologna nel reparto di oncoematologia pediatrica.

Ha al suo attivo 35 pubblicazioni scientifiche e la partecipazione come relatore e moderatore in 35 congressi; é componente del comitato degli esperti del Registro nazionale per l’uso controllato del Deferiprone, del comitato degli esperti del Registro nazionale per lo studio delle cause di mortenella Thalassemia; è stato consulente del centro trasfusionale dell’Azienda ospedaliera ‘San Carlo’ di Potenza dal 1999 al 2004 ed è medical researcher dal 2002.

Altrettanto intensa è la sua attività politica e di amministratore pubblico.

Consigliere comunale dal 1982 al 1992, in tale ruolo ha richiesto e ottenuto per Taranto la guardia medica, ha collaborato attivamente per l’apertura degli asili nido, ha sollevato il problema degli anziani soli e non autosufficienti ed ha sollevato, per la prima volta a Taranto, il problema dell’inquinamento e dell’aumento della mortalità per tumore polmonare e dell’aumento dell’asma bronchiale e di tutte le malattie allergiche, proponendo di intervenire urgentemente per agevolare il traffico stradale e assicurare i parcheggi

Componente del comitato di gestione della Usl Ta/4 dal 1980 al 1985, ha sostenuto la necessità del Day hospital per ridurre i ricoveri ospedalieri, e della medicina del lavoro per il controllo e la prevenzione delle malattie professionali Assessore alla Sanità nel 1991, ha ideato e realizzato con amici dei Vigili del fuoco il Pronto soccorso medico di VVF (115), primo esempio in Italia, ed ha assicurato, per la prima volta a Taranto, l’assistenza domiciliare per le malattie terminali. Nel giugno 1991 ha inviato la documentazione al ministero dell’Ambiente e della Sanità per far riconoscere Taranto città a rischio ambientale

Eletto nel 1992 senatore della Repubblica della XI legislatura e nel 1994 della XII, pur senza interrompere la sua attività professionale di volontariato e di ricerca. È stato membro della Commissione permanente Industria, Commercio e Turismo e,successivamente, di quella Finanze e Tesoro ed ha fatto parte del Gruppo Progressisti Federativo. Nel corso dell’attività legislativa,oltre ad intervenire su vari disegni di legge e a presentare numerose mozioni (tra cui contro la pena di morte e il bando delle arminucleari) ha presentato come primo firmatario i disegni di legge:

VERSIONE LIS DELLA PAGINA