Modalità per ottenere il Servizio

L’interessato, sia maggiorenne che minorenne, deve essere munito della carta di identità scaduta o altro documento equipollente in corso di validità. Nel caso in cui la carta di identità precedente fosse stata smarrita o rubata, è necessario che il richiedente sia provvisto della relativa denuncia di smarrimento o furto, effettuata presso le competenti autorità di pubblica sicurezza.

1. La carta d'identità potrà essere potrà essere richiesta agli sportelli elencati in calce al presente documento esplicativo, a prescindere dalla circoscrizione appartenenza del richiedente;

2. Per i minori di anni 18, occorre il riconoscimento e l’assenso per la validità all’espatrio di entrambi i genitori (muniti di documento valido). Qualora il minore sia accompagnato da un solo genitore, è necessario acquisire l’assenso all’espatrio sottoscritto dall’altro genitore con allegata la fotocopia firmata del documento di identità.

3. Per i minori di anni quattordici, l’uso della carta di identità ai fini dell’espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione, convalidata dalla Questura o dalla Autorità Consolare – in nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui il minore è affidato.

4. Per il cittadino iscritto all’A. I. R. E. (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) è possibile solo l’emissione della carta di identità in formato cartaceo con le modalità attualmente in vigore;

5. Il cittadino comunitario residente in Taranto, al momento della richiesta, deve presentare la carta di identità del proprio stato di appartenenza o del passaporto in corso di validità. La carta d’identità non sarà comunque valida per l’espatrio;

6. Il cittadino extracomunitario residente in Taranto, al momento della richiesta, dovrà farsi riconoscere con il passaporto o con la carta di identità italiana ed il permesso di soggiorno in corso di validità (ovvero la ricevuta della richiesta di rinnovo di quest’ultimo). La carta d’identità non sarà comunque valida per l’espatrio.