"Emergenze musicali" - Manifestazione di interesse riservata a giovani musicisti locali.

L’Amministrazione Comunale di Taranto nei mesi scorsi ha pubblicato un avviso di manifestazione di interesse alla partecipazione di band musicali e/o artisti solisti tarantini alla rassegna “Emergenze Musicali”.

L’iniziativa, in collaborazione con la direzione del Teatro Comunale Fusco, intende inserire nella stagione artistica 2019/2020 una rassegna musicale riservata a giovani ed emergenti musicisti locali.

Il numero delle candidature arrivate alla Direzione Cultura è pari a 16 e i primi tre che risulteranno vincitori dell’avviso pubblico saranno inseriti nel cartellone ufficiale del Teatro Fusco, accanto ad importanti nomi del panorama nazionale ed internazionale, sia teatrale che musicale.

L’Amministrazione Comunale di Taranto garantirà tutti i necessari servizi tecnici, compreso l'utilizzo della biglietteria, il personale necessario e l'attività promozionale di ogni evento.

Gli incassi saranno suddivisi, al netto di tutte le spese, al 50% tra gli artisiti che si esibiranno ed il Teatro Fusco a copertura dei costi giornalieri delle serate di rappresentazione.
A breve verranno concluse e rese pubbliche le operazioni di valutazione delle candidature.

“Le candidature da parte di artisti locali all’avviso pubblicato dall’Amministrazione Comunale - commenta il sindaco Melucci - dimostra ancora una volta come il panorama  musicale e culturale tarantino sia vario e solido oltre che sempre pronto a cogliere le opportunità di crescita offerte. Il nostro obiettivo è quello di capitalizzare al massimo e nell’interesse della Città di Taranto le migliori risorse professionali in ogni campo e settore. Il riscatto di Taranto passa anche attraverso la valorizzazione di queste professionalità, il dovere degli amministratori è quello di fornire ad ogni talento mezzi, strumenti e possibilità per spiccare il volo”

Gara podistica, le precisazioni della polizia locale.

Nella giornata di Domenica 19 Maggio si è svolta nella Città di Taranto la Manifestazione “43^ STRATARANTO- Gara di Corsa su Strada Nazionale di Km 10” inserita nel Calendario Nazionale della Federazione Italiana di Atletica Leggera che richiama la partecipazione di podisti da tutta la Regione Puglia e regioni vicine.

Quest’anno la manifestazione si è svolta sul  lato Lungomare della Città e precisamente è stato previsto il raduno dei partecipanti in prossimità della Rotonda del Lungomare con  percorso lungo viale Virgilio con ingresso dei podisti presso la Base Navale e percorso inverso cioè uscita Base Navale-Lungomare Vittorio  Emanuele III-arrivo sulla Rotonda.

Allo scopo di tutelare la pubblica e privata incolumità dei podisti è stata emessa dalla Direzione Polizia Locale apposita Ordinanza Dirigenziale la quale prevedeva il “Divieto di Sosta con rimozione coatta” lungo tutto il percorso interessato dalla Manifestazione dalle ore 22,00 di Sabato 18 Maggio alle ore 13,00 del successivo 19 Maggio nonché il temporaneo Divieto di Circolazione, nonché le deviazioni al traffico veicolare privato e pubblico che dovessero ritenersi necessarie sulle strade interessate dalla gara dalle ore 6,00 e per il tutto il tempo strettamente necessario al passaggio degli atleti per la giornata di Domenica 19 maggio.

La suddetta ordinanza veniva trasmessa agli organi competenti quali: al Sig. Prefetto, al Sig. Questore, ai Comandi Provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, all’AMAT, all’AMIU, Direttore Sistema 118 ASL Taranto. Nello specifico venivano elevate n° 265 annotazioni di accertamento per violazione di cui all’art. 7 comma 1 lett. a) e 14 nonché effettuate n° 86 rimozioni di autoveicoli.

Appare necessario smentire alcune scorrette informazioni circa l’apposizione dei segnali verticali lungo il percorso interessato in tempi tecnici difformi da quanto previsto dall’art. 6 comma 4 lett. f) del Codice della Strada che così recita “ la prescritta segnaletica verticale  di divieto di sosta con rimozione è essere resa nota agli utenti della strada almeno quarant’otto ore prima della manifestazione”.

Nello specifico la segnaletica mobile è stata apposta in data 16 maggio 2019 alle ore 15,00 come da documentazione agli atti di questo Comando nonché l’informazione è stata resa con altri mezzi appropriati quali l’inserimento del messaggio sui pannelli luminosi a messaggio variabile ubicati agli ingressi della Città al fine di darne ampia informazione ai cittadini. Comunque la rimozione dei veicoli si è resa necessaria considerata la presenza numerosa di podisti a salvaguardia della pubblica e privata incolumità degli stessi.

Infrataras approvato il bilancio relativo all’esercizio 2018.

Si è tenuta mercoledì 15 maggio l’assemblea ordinaria di Infrataras spa alla presenza del sindaco Rinaldo Melucci in rappresentanza del socio unico Comune di Taranto per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2018.

L’amministratore unico professor Umberto Salinas ha illustrato le attività svolte dalla società che è stata impegnata nella seconda metà dello scorso anno nell’avvio del progetto “verde amico”; tale intervento,che vede in campo 145 lavoratori ex dipendenti della soc. Isola verde (società della provincia di Taranto fallita nel 2016)costituisce per Infrataras un importante banco di prova che permetterà sulla base dell’esperienza maturata di proporsi per ulteriori e anche più impegnativi interventi a beneficio del territorio e della comunità tarantina.

Il professor Salinas nel suo intervento ha voluto anche sottolineare che il progetto, finanziato dal commissario straordinario alle bonifiche dott.ssa Corbelli, si è potuto realizzare solo grazie al supporto economico e finanziario dell’Amministrazione guidata dal sindaco Melucci che ha impegnato proprie e importanti risorse ( oltre 1.400.000 euro ) senza le quali quanto è in corso di attuazione non si sarebbe potuto realizzare.

Il bilancio sottoposto all’attenzione dell’assemblea chiude con utile di oltre 36.000 euro, in linea con le previsioni e facendo registrare un incremento rispetto all’esercizio precedente.

Il valore della produzione ha fatto registrare un incremento significativo soprattutto per effetto dell’impegno della società nello sviluppo del progetto “verde amico”.

Il sindaco nel prendere atto di quanto svolto con Infrataras nello scorso esercizio ha apprezzato lo sforzo operativo e organizzativo ed ha invitato l’amministrazione della società a continuare nel percorso di potenziamento della struttura che può, e a suo parere deve, prevedere anche una revisione della pianta organica affinché sia pronta ad raccogliere altre sfide a cui l’ente civico intende chiamarla e impegnarla; nel continuare il suo intervento il sindaco ha illustrato all’assemblea alcune linee programmatiche della sua amministrazione che prevedono, tra l’altro, l’utilizzo di Infrataras come principale strumento operativo per interventi sempre più impegnativi e qualificati a supporto dell’ente.

In conclusione il Sindaco, dopo aver ascoltato la relazione del collegio sindacale, ha approvato il bilancio relativo all’esercizio 2018.

Melucci: “Taranto non è più la cenerentola del Paese”

EE12F6D0 6F43 46C9 8CDB D047B1A806BBAncora una grande giornata per Taranto, per la sua nuova immagine, per gli sforzi dell’Amministrazione comunale, soprattutto per la prospettiva positiva che giorno dopo giorno si sta materializzando davanti agli occhi dei nostri giovani e delle nostre imprese.

Ricordo ancora le sensazioni di quella grande scommessa che un paio di anni addietro, quando non ero ancora Sindaco, ho provato contribuendo all’arrivo delle navi da crociera a Taranto. Quella Taranto che tutti davano per spacciata, per non competitiva, non attraente. Nonostante il meteo, vedere tanti turisti stranieri che dal Castello Aragonese al MarTa invadono festanti ed interessati la città ed i suoi esercizi commerciali, mi ripaga ora da Sindaco di tanta fatica, consegna speranza ai miei concittadini.

E che dire della riuscita della Biennale della Prossimità, un evento eccezionale specie per l’impatto culturale e sociale che questa tematica ci lascerà in eredità, inducendo amministratori, associazioni e semplici cittadini a ripensare il nostro essere comunità in questo luogo stupendo, il nostro modo di diventare una città resiliente, nel significato moderno del termine.

E infinite, ricorderemo questa data come storica, se è vero che il dossier di Taranto 2025 è stato ritenuto così adeguato da sparigliare la concorrenza internazionale e proiettarci con forza verso l’ospitalità dei XX Giochi del Mediterraneo, ai quali parteciperanno fino a 26 delegazioni nazionali.

Taranto non è più la cenerentola del Paese, Taranto non ha più imbarazzo a guardarsi allo specchio e ad aprirsi agli altri. Non dimentichiamo i problemi, continuiamo a lavorare sodo, ma oggi c’è da essere orgogliosi di essere tarantini.

Il Sindaco
Rinaldo Melucci

Melucci: “pronti per il bando del MIT, decolla il nuovo Piano per la Mobilità di Taranto.”

Grande apprezzamento quest’oggi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Roma per il Pums di Taranto, tra i più innovativi e sostenibili nel contesto italiano, perfettamente aderente alle linee guida del piano nazionale e tra i pochissimi già adottati al sud, come da delibera del Consiglio comunale lo scorso mese di dicembre.

Il Sindaco Melucci ed i tecnici del Civico Ente ne hanno illustrato i dettagli alla struttura del dicastero, tra l’altro, incaricata di gestire un importante bando che consentirà di rinnovare in breve tempo la flotta e le tecnologie di Amat, ma soprattutto di realizzare le due linee rapide elettriche di ultima generazione (rossa e blu, in totale circa 30 Km di sviluppo fini alle periferie più popolose), in grado di rivoluzionare la mobilità pubblica tarantina e impattare significativamente sulla qualità dell’aria urbana e persino sulle attività produttive.

“Il futuro, nemmeno tanto lontano - ha commentato il Sindaco Melucci -, è congegnato prioritariamente per pedoni, ciclisti ed un trasporto pubblico efficiente e moderno, come nelle più virtuose città europee. Taranto ha fatto bene i suoi compiti a casa ed è destinata a diventare un riferimento per le buone pratiche in questo settore. Presto accelereremo sui parcheggi di scambio, l’istituzione della zona ad attraversamento limitato del centro storico e al divieto per i bus inquinanti di accedere alla città. Il volto di Taranto non sarà più lo stesso e i tarantini ameranno muoversi e vivere la loro bellissima città.”