La scorsa settimana, si è tenuto presso il Ministero Economia e Finanze l’incontro con all’ordine del giorno i “rilievi” sulla gestione amministrativo contabile del Comune di Taranto riferiti alle diverse annualità oggetto di ispezione ministeriale sino al 2015 compreso.
I dirigenti ministeriali hanno incontrato la delegazione comunale rappresentata dal Sindaco, dal direttore generale, dal segretario comunale e dal dirigente della ragioneria.
L’incontro si è svolto in un clima cordiale e collaborativo e, pur nel rispetto dei rispettivi ruoli, la delegazione comunale ed il MEF hanno condiviso un percorso procedurale che prevederà l’adozione di provvedimenti in cui saranno tradotte le ragioni dell’Ente con specifico riguardo alle problematiche, tra l’altro, conseguenza del dissesto da cui con grandi sacrifici si sta provando ad uscire con il definitivo piano di estinzione, all’attualità al vaglio del Ministero dell’Interno.
Il Comune integrerà ulteriormente con dati e documentazione le proprie argomentazioni, in parte sin qui rappresentate, con pregresse memorie e controdeduzioni, con l’auspicio di attenuare le conseguenze di natura economico finanziaria ed al fine di dare concrete risposte alle centinaia di dipendenti comunali che, da parte loro, soffrono gli accantonamenti di quote del trattamento accessorio sin qui operate in attesa della definizione delle contestazioni ministeriali.
Come già da giorni noto alle rappresentanze sindacali, si terrà in data 14 marzo  l’incontro in sede di delegazione trattante dove, oltre a discutere gli argomenti all'ordine del giorno, si comunicheranno gli sviluppi delle questioni aperte in merito al trattamento accessorio del personale comunale.