L’assessore al welfare Gabriella Ficocelli ha incontrato il gruppo “Enjoy your dive”

8A6192C5 55A8 4611 8D22 EBBF34843EAE2L’assessore al welfare Gabriella Ficocelli ha incontrato il gruppo “Enjoy your dive”, un’associazione che si dedica a migliorare il benessere fisico e sociale delle persone con disabilità attraverso lo sport subacqueo.

Il gruppo ha ricevuto l'invito alla 13^ edizione, nella grande famiglia di HSA (Handicapped Scuba Association International) Italia, alla più grande manifestazione dedicata alle persone diversamente abili che si svolge in Italia insieme ai COMSUBIN della Marina Militare Italiana, il 27 luglio 2019 presso  Le Grazie - Comune di Porto Venere (SP).

“Per il Sindaco Rinaldo Melucci e per me - commenta l’assessore Ficocelli - sarà un onore premiare questo gruppo durante la conferenza stampa che si terrà a Palazzo di Città, nel Salone degli Specchi lunedì 22 luglio alle ore 11.00

Sono istruttori esperti che grazie a metodi di insegnamento collaudati nel tempo, diffusi e riconosciuti a livello internazionale, hanno coinvolto migliaia di subacquei brevettati HSA con diverse tipologie di disabilità. Professionalità, competenza, integrazione e alto valore sociale è quello che dimostrano questi ragazzi e che permettono ai diversamente abili di fare esperienza in piscina o in mare superando ogni difficoltà, superando ogni barriera.

Politiche abitative, Viggiano: “Innescare meccanismo virtuoso”

13413EA8 FD7E 4096 B6E3 877CB3F522ADAl fine di contrastare il fenomeno dell'abusivismo abitativo e procedere al recupero delle morosità degli occupatori degli alloggi comunali, alla luce della disciplina di cui alla L.R. n. 10/2014, è stata avviata una capillare mappatura degli utilizzatori delle unità abitative al fine di verificare il possesso dei requisiti di legge da parte degli effettivi occupanti, grazie all'ausilio degli agenti di Polizia Locale ed alla collaborazione dell’assessorato alla Polizia Locale.

Gli agenti impegnati in questa attività di regolarizzazione si stanno recando presso gli alloggi comunali per censire la situazione attuale ed accertare il possesso dei requisiti per l'utilizzo degli stessi, al fine di individuare:

utenti assegnatari ma morosi,

utenti non assegnatari, morosi, con i requisiti per potersi regolarizzare e stipulare accordi per il recupero delle morosità;

utenti con accordi di morosità non rispettati;

utenti privi di titolo di occupazione, non aventi i requisiti per poter essere regolarizzati e da inserire in un piano di interventi di sgombero per poter procedere allo scorrimento della graduatoria ed all'assegnazione agli aventi diritto.

Contestualmente, gli agenti stanno procedendo a notificare di persona (le raccomandate a.r. tornano nella quasi totalità dei casi restituite al mittente per mancato ritiro) le note predisposte dal servizio politiche abitative per la messa in mora, per le diffide di pagamenti delle morosità, per l'avvio dei procedimenti di rilascio, per gli inviti a presentarsi presso gli uffici, per le eventuali Regolarizzazioni degli occupatori in possesso dei requisiti di legge e la conseguenziale stipula degli Accordi di morosità con il pagamento delle indennità di occupazione ai sensi dell'art. 20, comma 3 della L.R. 10/2014.

“Prevediamo - fa sapere l’assessore al Patrimonio e alle politiche abitative Francesca Viggiano - che tale attività di regolarizzazione comporterà un incremento considerevole delle entrate patrimoniali afferenti ai canoni di locazione correnti ed al recupero delle morosità e la regolarizzazione di numerosi nuclei familiari. Ad oggi, infatti, si registravano soltanto le entrate patrimoniali afferenti ad alloggi occupati da utenti che spontaneamente si recavano presso gli uffici a ritirare i bollettini per il pagamento dei canoni di locazione, con susseguente danno erariale per l'Ente relativo al mancato introito. Giova precisare che solo nelle ultime due settimane si sono già presentati circa 40 occupatori presso il Servizio Politiche Abitative e si prevede un notevole incremento nei prossimi giorni, soprattutto a partire dal mese di settembre, dopo il periodo estivo”.

“L'intento - conclude l’assessore - è quello di innescare un “meccanismo virtuoso” di regolarizzazione e “convincente” anche alla luce della Convenzione che il Servizio Politiche Abitative ha stipulato con l'Agenzia delle Entrate ex Equitalia per i recuperi coattivi degli importi non versati al Comune. Tutto questo viene fatto nell’esclusivo
interesse di quanti hanno davvero diritto e che spesso finiscono per vedersene privare da chi questo diritto non ce l’ha”.

Avviso Pubblico per la selezione di un Revisore Contabile Indipendente per il progetto S.P.R.A.R. (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati)

Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) costituisce un prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantisce interventi di “accoglienza integrata” che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

“Per seguire al meglio la programmazione dello SPRAR tarantino - fa sapere l’assssore al welfare Gabriella Ficocelli - abbiamo pubblicato l’Avviso Pubblico DI PARTECIPAZIONE PER LA SELEZIONE CON PROCEDURA COMPARATIVA PER TITOLI FINALIZZATA AL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI REVISORE INDIPENDETE DEL PROGETTO S.P.R.A.R. 2019/2020. (SISTEMA DI PROTEZIONE PER  RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI) DI CUI AL D.M. 07.08.2015 A VALERE SUL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO”.

Protocollo d’ intesa per la mediazione penale e la giustizia riparativa

964B9A25 3997 42D9 8C4C E417BBBF4CBESiglato mercoledì mattina il PROTOCOLLO d’INTESA per la MEDIAZIONE PENALE e la GIUSTIZIA RIPARATIVA presso la sede del Tribunale per i Minorenni di Taranto tra il comune di Taranto, nella persona del Sindaco Rinaldo Melucci, Centro Giustizia Minorile per la Puglia e la Basilicata, Dott. Prenna, Tribunale per i Minorenni di Taranto, Dott.ssa Santella, Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Taranto, Dott.ssa Montanaro, società cooperativa C.r.i.s.i. Dott.sa Coppola.

Presenti all’incontro anche la Dirigente dei Servizi Sociali e l’Assessore di riferimento Gabriella Ficocelli.

“Mai quanto oggi ha senso la stipula di questo protocollo, in un momento in cui ricostruire il senso di comunità ed educare i giovani ad un percorso di crescita e riparazione del danno risulta essere di fondamentale importanza. Soprattutto alla luce degli episodi di bullismo ai danni dei più deboli che si sono verificati in questi giorni e sui quali si sta lavorando, questo strumento è un segnale forte che ci permetterà di fare rete ” ha commentato il Sindaco Melucci.

“E’ compito di un sistema istituzionale garantire  la promozione della qualità dei modelli relazionali all’interno della comunità, anche attraverso politiche di prevenzione e sensibilizzazione su forme diverse di risoluzione dei conflitti nel settore penale minorile. La Giustizia Riparativa si caratterizza come un sistema di prossimità alle vittime, al reo ed alla comunità locale, poiché opera un significativo cambio di prospettiva rispondendo al reato secondo logiche e modalità diverse, principalmente attraverso l’incontro di mediazione fra la vittima e l’autore di reato” evidenzia la Presidente Santella.

“E’ emersa la necessità di lavorare sulla mediazione e sulla gestione dei conflitti, intese in tutte le accezioni; dalla mediazione familiare per cui come assessorato abbiamo bandito una gara, alla mediazione dei conflitti tra minorenni, alle tensioni sociali. L’intento condiviso con le istituzioni presenti alla stipula, è quello di dar vita ad un modello organico che valorizzi le competenze ed esperienze maturate dai diversi attori coinvolti e ad un modello educativo e di intervento che favorisca la prevenzione e la gestione del conflitto come momento di crescita e riparazione del danno, sostenendo il percorso educativo del minore e la ricostruzione del senso di comunità. Oggi siamo alla prima fase, la rete dei servizi si amplierà ancor più con le Borse Lavoro destinate ai giovani dai 16 ai 21 anni e con il Pronto intervento Sociale ed abitativo”, conclude l’Assessore Ficocelli.

Da Lido San Michele a L’Ultima Spiaggia passando per Sun Bay, Tridakna, Blue Sun, La Spiaggetta e Bahia del Sol. L’unicità di ogni persona in un ambiente senza barriere.

1FE9F500 54E8 4C59 810E 5D6C5B529A3C“L’ICF Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - commenta l’assessore al welfare Gabriella Ficocelli - descrive le situazioni di vita quotidiana in relazione al loro contesto ambientale evidenziando l’unicità di ogni persona piuttosto che mettere in risalto la sua salute o la sua disabilità. La disabilità, infatti, non è vista solo come un deficit, ma piuttosto come una condizione che va oltre la limitazione superando le barriere, sia mentali che architettoniche. La classificazione analizza lo stato di salute degli individui ponendolo in relazione con l’ambiente circostante e giungendo alla definizione di disabilità, intesa come una condizione di salute all’interno di un ambiente sfavorevole. Partendo da questo presupposto mi sono messa in cammino, su indicazione del Sindaco Melucci, per verificare che gli ambienti dei lidi comunali fossero favorevoli ad accogliere i nostri concittadini e i turisti disabili. Il risultato è una mappatura perfetta dei lidi attrezzati di sedie job, che sono state consegnate dall’Amministrazione lo scorso anno, scivoli e bagni adeguati, tutto per garantire accoglienza e comodità ai diversamente abili.
Non mancano, oltre al meraviglioso mare cristallino e alla sabbia dorata, la gentilezza del personale e la capacità imprenditoriale che ho potuto riscontrare in ogni stabilimento”.