Assistenza domiciliare ai malati di SLA, interviene sul tema l'assessore Simona Scarpati .

L'assessore al welfare Simona Scarpati interviene sul tema dell'assistenza domiciliare ai malati di SLA.

“Con il passaggio definitivo delle competenze dal Comune alla asl per i casi di assistenza domiciliare per malati gravi (servizio già denominato ADI di terzo livello), la direzione servizi sociali si è prontamente adoperata per attivare i servizi complementari di sua stretta competenza relativi all'assistenza domiciliare, garantendo la presenza di operatori socio sanitari, data la patologia in oggetto.

La mancata prosecuzione del servizio con i medesimi operatori non dipende in alcun modo dal civico ente ma inserisce ai rapporti di lavoro in essere con la cooperativa che si è resa assolutamente disponibile ad affiancare altri Oss a quelli della asl nel primo periodo, al fine di risolvere i disagi lamentati.

Ne è un esempio il tavolo tecnico, che avrei preferito mantenere riservato, a tutela di una cittadina malata della quale ho letto sui giornali per la quale è emersa da parte della asl la disponibilità ad affiancare anche un fisioterapista. Spiace, pertanto, leggere che non si è raggiunto il risultato sperato, dal momento che non solo è stata valutata ogni soluzione tecnica in pieno contraddittorio ma si è anche raggiunto un risultato assolutamente soddisfacente per i bisogni e le esigenze della cittadina. Al rientro in assessorato mi accetterò che la situazione sia sotto controllo come do per scontato. Come più volte rappresentato agli organi di stampa, l'indirizzo politico della nostra amministrazione in relazione alle fasce fragili ed alla disabilità in particolare, è diretto alla soluzione pratica dei problemi. Ed è quelli che costantemente facciamo nell'esclusivo interesse dei cittadini”.

Ancora interventi a sostegno delle fasce fragili.

L'assessore al welfare Simona Scarpati comunica che è stato pubblicato, nella sezione "Bandi", il bando avente ad oggetto "Contributo integrativo per il pagamento di canone di locazione di cui all'art. 1 della legge n. 431/98 - annualità 2016.

Pertanto, a partire da lunedì 10 settembre p.v. presso la Direzione Servizi Sociali on via Veneto 83, nelle giornate di lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 ed il lunedì, martedì, mercoledì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 è possibile, per quanti faranno richiesta, ritirare il modello di domanda relativo al beneficio e presentare le stesse debitamente compilate.

A breve sarà comunicato anche l'orario di sportello per caf e patronati. Le domande potranno essere consegnate a mano al protocollo della Direzione o spedite a mezzo raccomandata a.r. e dovranno pervenire entro le ore 12,00 del giorno 28 settembre p.v.

"Nell'ottica degli interventi a sostegno delle fasce fragili della società che caratterizza il percorso dell'amministrazione Melucci - commenta l'assessore al welfare Simona Scarpati - anche quest'anno abbiamo attivato questa tipologia di aiuto per le famiglie tarantine che vivono in condizioni di difficoltà e per cui l'amministrazione si adopera per darne dignità"

Il Comune di Taranto ha completato l'iter avviato a giugno per la dotazione di sedie Job agli stabilimenti balneari del litorale tarantino.

Il Comune di Taranto ha completato l'iter avviato a giugno per la dotazione di sedie Job agli stabilimenti balneari del litorale tarantino dotati di regolare concessione.

Il servizio in comodato ai concessionari degli stabilimenti, per la balneazione dei diversamente abili, era già stata prevista per la pianificazione ed organizzazione della prossima stagione balneare e potrà comunque essere utilizzato per il mese di settembre.

Dal prossimo anno, il servizio sarà attivo presso gli stabilimenti balneari già dall'inizio della stagione balneare.

Gli stabilimenti sono: la Spiaggetta, L’ultima spiaggia, Sun Bay, Baia del sol, Tridakna, Blue Sun e Lido san Michele.

“L’iter attivato a giugno - commenta l’assessore Scarpati - ci permette di dotare le spiagge che hanno aderito al progetto, in questo ultimo scampolo d’estate. Mi riempie di gioia sapere che l’anno prossimo questi stabilimenti saranno dotati di queste sedie job fortemente volute dalla nostra amministrazione”.

Politiche dell'accoglienza dell'amministrazione Melucci.

L'assessore al welfare Simona Scarpati fa il punto sulle politiche dell'accoglienza portate avanti dall'amministrazione Melucci.

“A livello territoriale - fa sapere Simona Scarpati - stiamo lavorando intensamente per rafforzare la rete dell'accoglienza che costituisce uno dei punti fondamentali del nostro programma di governance del welfare. I fondi assegnati al civico ente per la progettualità sprar e le misure emergenziali Fami, costituiscono una risposta concreta".

Recentemente il Comune ha anche aderito ad importanti bandi nazionali per l'inclusione sociale e lavorativa dei minori stranieri non accompagnati.

"Al momento - conclude l’assessore - il nostro hotspot non ospita migranti ma siamo comunque al lavoro e abbiamo potenziato la rete del servizio sociale professionale all'atto degli sbarchi e con la Prefettura ed il Tribunale dei minorenni. Lavoriamo inoltre costantemente nell'ambito del tavolo interistituzionale per il monitoraggio e l'esame delle problematiche attinenti i minori non accompagnati. L'idea è anche quella di istituire un ulteriore tavolo interistituzionale che esamini il fenomeno migratorio unitamente a tutte le realtà del terzo settore nell'ambito dell'accoglienza. Sulla solidarietà e sull’accogleinza non ci sentiamo di prendere lezioni da nessuno e, per amore verità, solo per citare l’ultimo esempio, sul caso della nave Aquarius siamo state una delle uniche tre città il cui sindaco si è detto disponibile a lasciare aperti i porti nonostante indicazione opposta che veniva dal Ministro dell’Interno del governo a guida Lega e 5 Stelle”.

L'assessore al welfare Simona Scarpati fa il punto sulle politiche dell'accoglienza portate avanti dall'amministrazione Melucci.

“A livello territoriale - fa sapere Simona Scarpati - stiamo lavorando intensamente per rafforzare la rete dell'accoglienza che costituisce uno dei punti fondamentali del nostro programma di governance del welfare. I fondi assegnati al civico ente per la progettualità sprar e le misure emergenziali Fami, costituiscono una risposta concreta".

Recentemente il Comune ha anche aderito ad importanti bandi nazionali per l'inclusione sociale e lavorativa dei minori stranieri non accompagnati.

"Al momento - conclude l’assessore - il nostro hotspot non ospita migranti ma siamo comunque al lavoro e abbiamo potenziato la rete del servizio sociale professionale all'atto degli sbarchi e con la Prefettura ed il Tribunale dei minorenni. Lavoriamo inoltre costantemente nell'ambito del tavolo interistituzionale per il monitoraggio e l'esame delle problematiche attinenti i minori non accompagnati. L'idea è anche quella di istituire un ulteriore tavolo interistituzionale che esamini il fenomeno migratorio unitamente a tutte le realtà del terzo settore nell'ambito dell'accoglienza. Sulla solidarietà e sull’accogleinza non ci sentiamo di prendere lezioni da nessuno e, per amore verità, solo per citare l’ultimo esempio, sul caso della nave Aquarius siamo state una delle uniche tre città il cui sindaco si è detto disponibile a lasciare aperti i porti nonostante indicazione opposta che veniva dal Ministro dell’Interno del governo a guida Lega e 5 Stelle”.

Attività corsistiche di nuoto per persone disabili - Anno 2018/2019.

Nell'ambito degli interventi predisposti da questa Amministrazione, l'assessore al welfare, Simona Scarpati, e la Direzione Servizi Sociali dell'Ente, rendendo noto che sono aperti i termini per la partecipazione all'avviso pubblico per le attività corsistiche di nuoto per persone disabili per l'anno 2018 - 2019.

Il servizio prevede corsi di nuoto annuali ed è rivolto a n. 90 persone residenti nel Comune di Taranto di età compresa tra i 6 e i 65 anni con disabilità diversificata.

La domanda per la partecipazione al bando, oltre che esser pubblicata sul sito web, sarà anche disponibile in formato cartaceo presso la direzione servizi sociali Via Veneto 83 e consegnata nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e comunque sino ad esaurimento dei posti disponibili.

“L'attività - fa sapere l’assessore al welfare Simona Scarpati rientra tra le azioni predisposte da questa Amministrazione per assicura pari opportunità nell'ambito di un sistema integrato di interventi e servizi sociali al fine di garantire una migliore qualità della vita delle fasce più deboli della popolazione”.

In allegato:

  • Avviso
  • Modello di domanda