Operazione restyling per alcuni alloggi popolari. Ieri mattina sono stati completati i lavori di manutenzione straordinaria all’immobile sito tra via Dionisio e via PIO XII, di proprietà comunale. I lavori hanno riguardato soprattutto le strutture dei balconi, gli intonaci, la pitturazione finale delle facciate, la verifica dei punti di infiltrazione e, ove necessario, le impermeabilizzazioni delle parti ammalorate.

“Il programma di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sugli immobili di edilizia residenziale pubblicaspiega l’assessore al patrimonio, Francesca Viggiano - vuole assicurare il buono stato e la decorosità delle strutture del patrimonio immobiliare comunale. Va dato merito e atto ai tecnici della direzione patrimonio che hanno messo in campo un piano di recupero e di ripristino sugli alloggi popolari da troppi anni trascurati, razionalizzando le poche risorse derivanti dal bilancio del 2017. Confidiamo in una programmazione più ampia e complessiva di interventi mirati e definitivi con le risorse economiche già previste se saranno rese disponibili dal prossimo bilancio".

L’impegno di spesa era stato già assunto nel 2017 e la ditta che si è aggiudicata la gara al massimo ribasso ha iniziato i lavori lo scorso 18 gennaio. Dopo circa 60 giorni, nel pieno rispetto del contratto d’appalto, l’immobile è stato riconsegnato con il look rifatto e in piena sicurezza.

L’intervento era stato sollecitato dai Vigili del Fuoco che, intervenuti a seguito della caduta di calcinacci, avevano richiesto la messa in sicurezza. L’Amministrazione è andata oltre “A soluzioni tampone- riferisce l’assessore-che comunque hanno una efficacia temporanea e non risolutiva con un aggravamento delle spese per lavori che vengono solo rinviati, preferiamo intervenire con un piano d’azione mirato e definitivo che restituisca sicurezza e manutenzione agli immobili di edilizia residenziale popolare. È stata fissata una road map ed altri lavori di manutenzione straordinaria sono già partiti su un altro immobile comunale a Paolo VI. In questa direzione e con una programmazione di priorità- conclude- vorremmo intervenire su tutti gli immobili dell’Ente”