L’assessore al Patrimonio Francesca Viggiano interviene sul trasferimento dei libri dell' Archita.

L’assessore al Patrimonio Francesca Viggiano interviene in merito alla notizia sul paventato trasferimento dei libri contenuti nella biblioteca del liceo Archita presso la struttura di Rutigliano.

"Come ci siamo adoperati per trovare idonee soluzioni al nostro archivio storico, analogamente garantiamo la nostra disponibilità affinché anche i volumi del liceo Archita possano rimanere in città. Attualmente non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione formale dalla Provincia di Taranto che si starebbe occupando del trasferimento, tuttavia assicuriamo la disponibilità del Comune di Taranto ad individuare congiuntamente una sede idonea per contenere e custodire i libri dell’Archita ma anche e soprattutto per valorizzare questo patrimonio librario e renderlo fruibile e consultabile.”

Ex piscina della Villa Peripato, il concorso di idee.

Il Concorso di idee, rivolto a giovani progettisti, finalizzato all’acquisizione di idee progettuali per la realizzazione di un progetto integrato di riqualificazione e valorizzazione dell’area “ex-piscina” all’interno della Villa Peripato dovrà prevedere la creazione di uno spazio “pieno”, in armonia con la morfologia del luogo, e di spazi verdi di collegamento con l'esistente villa comunale.
Avere caratteristiche di funzionalità, di armonizzazione con il contesto del parco pubblico.
Tendere all'apertura ad un suo uso più articolato e qualificante, a seguito della collocazione della nuova struttura all’interno del paesaggio urbano.
 
Oggetto del Concorso di idee è l’acquisizione di proposte ideative per la riqualificazione dell’area “ex-piscina” all’interno della Villa Peripato, secondo i criteri previsti dal Bando di concorso, attraverso l’individuazione di n. 3 classificati e l’assegnazione dei relativi premi.
 La selezione avverrà mediante procedura aperta in unico grado, in forma anonima.
 
I soggetti ammessi alla partecipazione saranno:
• studenti del 4° e 5° anno delle facoltà di architettura, paesaggistica e urbanistica (comunque denominate) nati o residenti nel Comune di Taranto. 
• professionisti (architetti, paesaggisti, urbanisti) di età  non superiore ai 35 anni, nati o residenti nel Comune di Taranto. 

La partecipazione potrà essere sia in forma singola, che in forma di associazioni di professionisti, raggruppamenti temporanei o altre associazioni.
La partecipazione di giovani laureati architetti, paesaggisti, urbanisti è subordinata alla collaborazione, pena esclusione, di un laureato iscritto al relativo albo professionale.
Gli studenti del 4° e 5° anno delle facoltà di architettura, paesaggistica e urbanistica, potranno partecipare esclusivamente in forma associativa, e con la presenza minima di n.1 professionista che, alla data di pubblicazione del Bando, abbia ottenuto l’abilitazione all’esercizio professionale.
 
La Commissione Giudicatrice effettuerà la valutazione delle proposte ideative validamente presentate in una o più sedute riservate, secondo i criteri di valutazione elencati nel bando di concorso, selezionando i primi tre classificati, ai quali saranno attribuiti i seguenti premi e riconoscimenti:
- 1° classificato: € 6.000,00 (euro seimila/00)
- 2° classificato: € 2.500,00 (euro duemilacinquecento/00)
- 3° classificato: € 1.500,00 (euro millecinquecento/00)

Il Comune di Taranto ha presentato la manifestazione al bando “il bene torna comune”.

Il Comune di Taranto ha presentato la manifestazione al bando “il bene torna comune” con una progettualità che interessa l’area dei Cantiere Maggese, in Città vecchia. Il bando giunto alla quarta edizione e promosso dalla Fondazione “Con il Sud” e a valenza storico artistico culturale, si propone di recuperare e valorizzare i beni culturali inutilizzati al Sud. Rivolto ai proprietari dei beni e al Terzo settore, mette a disposizione 4 milioni di euro. “Partecipando a questo bando – anticipa l’assessore-abbiamo voluto giocare la carta dei Cantieri Maggese nell’intenzione di recuperare quella dimensione sociale insieme alla valorizzazione di una luogo storico del nostro patrimonio. In questa prima fase abbiamo disegnato un progetto con l’idea che vorremmo realizzare in questo spazio e della Città Vecchia. Contestualmente ci siamo impegnati ad individuare un ente del terzo settore cui affidare il bene per almeno 10 anni.” La progettualità candidata al bando e le attività collaterali saranno spiegate nel dettaglio nel corso di una conferenza stampa che l’assessore al Patrimonio, Francesca Viggiano, terrà martedì 10 aprile 2018, alle ore 11.30 proprio nel luogo candidato al bando, Cantieri Maggese, via Cava 90, in Città vecchia

Concorso di idee per l'ex piscina della Villa Peripato

Secondo le linee programmatiche di indirizzo per la tutela e valorizzazione dei Parchi Urbani comunali, l’Amministrazione comunale ha deciso di bandire un Concorso di idee, rivolto a giovani progettisti, finalizzato all’acquisizione di idee progettuali al fine di poter orientare le scelte successive per la realizzazione di un progetto integrato di riqualificazione e valorizzazione dell’area “ex-piscina” all’interno della Villa Peripato.
 
Il Concorso di idee si colloca nell’ambito di un processo di miglioramento della qualità urbana, attraverso la rivitalizzazione di risorse territoriali preesistenti, ma inadeguatamente utilizzate, puntando sulla selezione di un progetto di ideazione di spazi qualificanti, vivibili e facilmente accessibili, che diventino punto di attrazione e socialità, che rispondano a bisogni, esigenze e desideri connessi ad una piacevole, soddisfacente e qualificante fruizione dell’area, a seguito di una nuova lettura ed interpretazione della vivibilità del parco urbano.

L’attenzione rivolta alle aree verdi urbane, intese quali luoghi di attrazione e socializzazione emerge altresì dalla scelta operata dal l’assessore al Patrimonio di prolungare l’orario di apertura della villa Peripato, aperta sino alle ore 24,00, parco cimino sino alle 23,00, giardini Pio XII aperti sino alle ore 22,00. Tale scelta consentirà ai cittadini di fruire delle aree pubbliche sino a tarda ora, rivitalizzandole.

SOSPENSIONE - Avviso pubblico per l'assegnazione in concessione ad uso gratuito dell'area denominata “PAMUNTO-SABBIONE, sita sul viale Jonio - Taranto, ad Enti senza fine di lucro a fronte della presentazione di una proposta progettuale di utilizzo volta

La Direzione Patrimonio comunica con avviso la SOSPENSIONE dell'avviso pubblico per l'assegnazione in concessione ad uso gratuito dell'area denominata “PAMUNTO-SABBIONE, sita sul viale Jonio - Taranto, ad Enti senza fine di lucro a fronte della presentazione di una proposta progettuale di utilizzo volta a favorire attività culturali, assistenziali, sociali e aggregative"