Con nota del 4 luglio 2018, la Regione Puglia ha comunicato ai comuni selezionati (ammissibili secondo i criteri di selezione regionali), la concessione di un contributo per la redazione di strumenti urbanistici generali ed esecutivi (Determina Dirigenziale 79/2018).

Tra questi, Taranto è risultato il Comune che ha ottenuto il finanziamento più alto corrispondente a 40.000,00 euro per la redazione del PUG, con la condizione di adottare entro il 31 dicembre 2019, il Documento Programmatico Preliminare (DPP) al PUG (Piano Urbanistico Generale).

Pur con la consapevolezza che le somme necessarie per la redazione dello strumento urbanistico generale di una città di 200.000 abitanti sono ben più alte di quanto concesso dalla Regione e con la certezza che il Comune ha già stanziato nel suo Bilancio 2018, le restanti somme occorrenti per la redazione del DPP, la concessione di questo contributo appare una ulteriore attestazione dell’attenzione rivolta dall’organo regionale alla redazione di questo fondamentale strumento di pianificazione comunale che rafforza l’impegno già profuso dal Comune e che l’Amministrazione Melucci ha reso uno dei punti fondamentali suo programma amministrativo.

“Il DPP e poi il PUG che sostituirà il Piano Regolatore vigente - commenta l’assessore Occhinegro - sono i dispositivi indispensabili per programmare il futuro di questa città ferma con i suoi strumenti urbanistici al 1978 e quindi spesso incapace di cogliere le occasioni che il mercato consente o di tutelare e valorizzare le risorse ambientali e paesaggistiche di cui questo territorio meraviglioso è dotato e che lo strumento urbanistico vigente, con le logiche culturali del passato, non è stato in grado di cogliere”.