Comunicazioni alla cittadinanza

Taranto presente a Torino per LA XVI edizione di Urban Promo.

89528576 3E93 417C BCDC CBF94F370742Il 14 e il 15 novembre si è  svolto l' evento culturale di riferimento sul grande tema della rigenerazione urbana, intesa come processo di strategie, politiche, azioni, finalizzate alla realizzazione di uno sviluppo urbano sostenibile.
“L'amministrazione Melucci - commenta l’assessore all’urbanistica Augusto Ressa - ha aderito alla importante manifestazione partecipando a due incontri illustrando le azioni in corso per la Rigenerazione Urbana con particolare riferimento al Social Hausing nell'isola Madre, e tracciando la Strategia di transizione ecologica ed economica ed energetica, facente parte dell'Ecosistema Taranto.
Quest'ultimo importante tema è  stato oggetto del mio intervento e dell’ingegnere Francesco Rotondo, consulente del Comune di Taranto  e presidente INU Puglia, nel confronto con amministratori ed urbanisti operanti nel territorio italiano”.

La Giunta Comunale ha deliberato l’atto di indirizzo per il Progetto di Fattibilità tecnico economica del Parco del Mar Grande.

0284AD89 E1CB 44BB B976 B8483864D554 CopiaLa Giunta Comunale ha  deliberato l’atto di indirizzo per il Progetto di Fattibilità tecnico economica del Parco del Mar Grande.

La valorizzazione dell’area costiera sita in località San Vito lungo il Viale Jonio, con sviluppo ad Ovest dell’ex stabilimento Praia a Mare rientra nel programma dell’Amministrazione Melucci finalizzato ad incrementare la dotazione della città di spazi verdi attrezzati pubblici. L’area interessata, di rilevante interesse sotto il profilo paesaggistico ed urbanistico, si estende per oltre otto ettari ed è già utilizzata dalla comunità cittadina nel periodo estivo, prevalentemente in maniera spontanea.

Negli ultimi due anni - fa sapere l’assessore l’urbanistica Augusto Ressa - l’Amministrazione Comunale ha comunque creato le indispensabili condizioni di decoro e di vivibilità del sito, che versava da tempo in stato di abbandono, curando la manutenzione del verde, la pulizia periodica dell’intera area, garantendo l’accessibilità dell’arenile ai diversamente abili con l’inserimento di adeguate passerelle.

Il Comune di Taranto intende ora conferire un assetto definitivo al sito costiero ed ha elaborato, a cura della Direzione Urbanistica e Mobilità, una proposta progettuale che delinea le scelte prioritarie per la nuova configurazione del Parco del Mar Grande.

Oltre ad un sistema di recinzione con muretti a secco, e l’incremento significativo di alberature ed essenze cespugliose, il Parco sarà dotato di strutture ombreggianti e di blocchi di servizi per il ristoro, di minimo ingombro e di facile amovibilità. E’ prevista inoltre la sistemazione di un Parco Giochi per bambini e di percorsi Vita Fitness. Del tutto innovativa per Taranto la realizzazione di un Dog Beach. Lungo la linea di costa saranno realizzate pedane in legno per la balneazione e moli per l’attracco di piccoli natanti a remi e a pedali. Un nuovo sistema di illuminazione e di video sorveglianza consentirà l’uso del Parco nelle ore serali. Il sistema di sicurezza all’interno del parco e nello specchio acqueo antistante sarà garantito anche da torrette di avvistamento distribuite lungo l’intera estensione dell’area. Il Parco sarà raggiungibile anche attraverso una pista ciclabile che correrà parallela al Viale Jonio, insinuandosi all’interno delle nuove aree verdi, per proseguire ad Ovest lungo un nuovo tracciato che sarà opportunamente individuato, di connessione con il Parco del Viale del Tramonto”

Il Comune di Taranto ha partecipato ad una selezione pubblica per accedere ai finanziamenti statali.

Il Comune di Taranto ha partecipato ad una selezione pubblica presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per accedere al finanziamento statale dei piani/progetti/project review “Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese”.

A questo finanziamento potevano accedere le Autorità di sistema portuale, le Città Metropolitane ed i Comuni che avessero già redatto o adottato, per quanto di propria competenza, i PUMS o già affidato l’incarico di progettazione.

Il PUMS (Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile) consiste nel potenziamento del trasporto pubblico urbano e costituisce una risorsa strategica per accompagnare la Città di Taranto verso nuovi e più sostenibili modelli di mobilità, ma anche come driver per stimolare processi di riqualificazione urbana.

La Direzione Polizia Locale ha provveduto agli adempimenti correlati alle prescrizioni per l’ottenimento dei finanziamenti statali e delle procedure d’appalto nominando Responsabile Unico del Procedimento il Dirigente della Direzione Polizia Locale dott. Michele Matichecchia.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha stanziato per il Comune di Taranto un finanziamento pari a Euro 565.000,00. La Giunta Comunale ha approvato l’atto d'indirizzo.

La proposta progettuale si compone di più schede con le quali il Comune si candiderà ad un finanziamento utile  alla realizzazione di una delle BRT del Pums e precisamente quella che collega il quartiere Tamburi con Talsano nonché, tra l'altro, alla realizzazione di piste ciclabili su Lungomare Vittorio Emanuele III, viale Ionio, viale del Tramonto, via Storione e via Pagelli. Inoltre sono previste la  realizzazione delle zone 30 nei quartieri di Talsano e Tamburi e di alcune velostazioni lungo i percorsi previsti.

Mibact "Valutazione positiva della compatibilità del Piano di Interventi per il recupero, la riqualificazione e valorizzazione della città vecchia di Taranto".

Il Ministro allo sviluppo Economico Stefano Patuanelli, quale presidente del TIP Taranto (Tavolo interistituzionale Permanente), ha ufficialmente inviato al Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, il decreto ministeriale n. 365 del 6 Agosto 2019 del Mibact "Valutazione positiva della compatibilità del Piano di Interventi per il recupero, la riqualificazione e valorizzazione della città vecchia di Taranto con le esigenze di tutela del patrimonio culturale".

Tale atto, seguito alle ultime riunioni del Tavolo CIS tenutesi a Roma nel mese scorso tra comune di Taranto e il MISE, é propedeutico al finanziamento ed alla attuazione di diverse misure del grande Piano degli interventi sull'isola Madre varato dall'amministrazione Melucci con delibera di giunta 178/2018 ed adottato con delibera di consiglio comunale 119/2019 del 19 giugno scorso.

“Con l'invio del decreto del Mibact al Comune di Taranto, che approva il complessivo Piano di recupero dell'isola Madre da noi proposto - commenta l’assessore ai lavori pubblici Ubaldo Occhinegro - , si dà finalmente il via alla fase operativa di 12 grandi progetti di restauro e valorizzazione finanziati con delibera Cipe 10/2018 con 90.000.000 euro a valere sui fondi FSC.

Tra i progetti approvati e finanziati, ricordiamo la ripavimentazione e fornitura dei sottoservizi sulle principali strade e piazze dell’isola madre, la riqualificazione di piazza castello e piazza fontana, la risistemazione dei lungomare su Mar Piccolo e Mar Grande e restauro delle Mura Aragonesi, il restauro dei palazzi d'Ajala, Delli Ponti, De Bellis, la valorizzazione della rete degli ipogei, la riqualificazione dei principali siti archeologici dell'isola, il sostegno alle imprese, la riqualificazione e rifunzionalizzazione di Palazzo degli Uffici per 20.000.000 di euro."

“Questo atto, che segna la ripresa dei lavori del Tavolo CiS - interviene il sindaco Melucci - rappresenta tra i più importanti segnali di ripartenza nostra città. La rigenerazione dell'isola madre è uno degli obbiettivi piú ambiziosi che ci siamo posti ed oggi si concretizzano le risorse indispensabili per compiere questo processo. Lavoreremo con la consueta dedizione e massimo impegno perché, oggi più che mai, é chiaro a tutti che la diversificazione economica di Taranto deve partire dalla sua straordinaria storia e cultura, da una nuova consapevolezza identitaria che può esservi solo con la rinascita del suo cuore pulsante rappresentato dai suoi simboli storici e artistici”.

VILLARD 2019 passa per Taranto

L'edizione VILLARD 2019 passa per Taranto, divenuta ormai città-laboratorio della innovazione e della transizione, dalla monocultura della grande industria, alla città ecosistemica e della rigenerazione urbana.

Oltre 13 Università, capofila la Politecnica delle Marche, accompagnano 120 studenti di architettura a conoscere ed interpretare gli insediamenti urbani, rinnovando di fatto i canoni del "Grand Tour".

I giovani studenti, venendo a contatto con i luoghi sono stimolati a fornirne una personale interpretazione, per suggerire nuovi scenari possibili, sulla base delle suggestioni prodotte dalla esperienza diretta mediata dalle guide esperte.

“La tappa tarantina - fa sapere l’assessore all’urbanistica Augusto Ressa - ha suscitato grande interesse nel folto gruppo itinerante, formato da studenti e docenti italiani, francesi, greci. Ammaliati dalla bellezza della città storica a dal paesaggio marino-lacustre, hanno esaminato tre quartieri periferici: Tamburi, Salinella,Paolo VI, raccogliendo informazioni e suggestioni che saranno base delle loro elaborazioni progettuali”.

I risultati del Workshop itinerante saranno offerti alla città nel corso di una esposizione pubblica nel giugno 2020.