Cartina tascabile dei migliori luoghi d’interesse culturale della città.

È in stampa, e sarà disponibile a breve in tutte le zone strategiche della città, la nuova cartina tascabile dei migliori luoghi d’interesse culturale della città di Taranto.

L’amministrazione comunale, infatti, dopo un lungo lavoro supervisionato dall’assessorato alla cultura e condotto da un comitato di esperti del settore che hanno scelto i 12 siti più rilevanti e ne hanno curato la descrizione, ha creato una cartina turistica della città in cui i suddetti palazzi e siti storici sono indicati e descritti. Per arricchire la possibilità di ottenere ulteriori informazioni su tali luoghi storici, è stato inserito su ogni cartina un QR code che permetterà, tramite il telefono cellulare, e grazie ad una semplice app scaricabile su qualsiasi supporto, di accedere al sito del Comune di Taranto sul quale saranno stati precedentemente inseriti ulteriori dati storici sui 12 luoghi d’interesse.

“È un passo in avanti verso la messa in rete dei luoghi storici della città” - ha dichiarato l’assessore alla cultura Fabiano Marti - “che aggiunge un tassello importante alla proposta di supporti turistici che migliorino là fruibilità dei centri d’interesse culturale di Taranto da parte dei turisti. Perché l’amministrazione Melucci, sin dal primo momento, ha dimostrato di voler puntare sul turismo quale elemento fondamentale di sviluppo economico della città”.

Continua il lavoro dell'amministrazione comunale per avvicinare i giovani alla cultura e allo spettacolo di qualità

L’amministrazione comunale continua il suo lavoro di avvicinamento dei giovani alla cultura e allo spettacolo di qualità. Anche con l’Orchestra della Magna Grecia, infatti, è stato raggiunto un importante accordo che prevede condizioni agevolate per l’acquisto di abbonamenti all’intera stagione organizzata da Orchestra e Comune di Taranto e per i biglietti d’ingresso ai singoli spettacoli. Le offerte per studenti, giovani e docenti sono le seguenti: - Per studenti e docenti sconto del 6% sull’abbonamento di 245 euro - Abbonamento studenti “classic music” a 89 euro per 8 eventi - Biglietto a 2 euro (per un massimo di 20) per i giovani under 25 per 3 eventi della stagione (il primo a novembre “Danze Mediterranee”, gli altri saranno annunciati successivamente). Non vanno ovviamente dimenticati i 4 concerti gratuiti, che si svolgeranno a Palazzo Pantaleo e che compongono la rassegna “Stili a confronto”, concerti rivolti soprattutto ai giovani perché finalizzati alla guida all’ascolto e alla conoscenza dei vari stili di composizione musicale. “Un’altra bella iniziativa - afferma l’assessore alla Cultura Fabiano Marti - che nasce dalla collaborazione tra Comune di Taranto e associazioni operanti sul territorio, rivolta ai giovani. Un’iniziativa che manifesta, ancora una volta, il grande impegno che mette da sempre l’amministrazione Melucci nell’avvicinare attraverso ogni forma d’arte i ragazzi alla cultura e alla bellezza”.

Continua la collaborazione tra il Comune di Taranto e l'Istituto Musicale Paisiello

Prosegue la collaborazione tra il Comune di Taranto e l'Istituto Musicale Paisiello, ritenuto a giusta ragione un'eccellenza nel campo della formazione artistica presente sul territorio. Dopo le 50 magliette che furono donate dall'amministrazione comunale ai ragazzi della Paisiello Street Band, grazie alle quali, per la prima volta nella storia dell'Istituto, il logo del Comune e quello del Paisiello sono stati l'uno accanto all'altro, due nuove iniziative sono previste per i prossimi giorni e finalizzate a rafforzare il rapporto tra l'ente e l'istituto musicale.

La prima in ordine di tempo rappresenta un evento storico, e sarà rappresentata dallo spostamento degli esami accademici dell'Istituto presso Palazzo Pantaleo. Giovedì 25 ottobre si svolgeranno gli esami di Pianoforte Vecchio Ordinamento e lunedì 29 le tesi di laurea di I livello accademico. A consegnare i diplomi e le lauree, a testimonianza del forte legame, sarà l'assessore alla cultura del Comune di Taranto Fabiano Marti.
Il secondo evento, previsto per la metà di novembre, consisterà nell'allestimento, all’interno della corte del Conservatorio, di una mostra di opere pittoriche e plastiche di autori già conosciuti della Provincia di Taranto, avente lo scopo di venderle e, con i fondi ricavati, istituire borse di studio per gli allievi meritevoli del Paisiello non in condizioni economiche per proseguire gli studi. In tale occasione, il Comune di Taranto supporterà l'organizzazione con quanto necessario alla realizzazione della mostra.

“Come già sottolineato in precedenza - ha affermato l'assessore alla cultura Fabiano Marti - l'Istituto Paisiello è fondamentale per la crescita artistica e culturale dei giovani musicisti tarantini. L'amministrazione Melucci è molto sensibile a riguardo, dal momento che, come più volte affermato, è proprio dai ragazzi che bisogna ripartire, e questi giovani musicisti dimostrano particolare sensibilità artistica. Al di là dei facili e sterili proclami che sentiamo da anni, l'Istituto Paisiello deve restare in vita, e su questo tutti noi lotteremo ogni giorno. I giovani musicisti devono formarsi nella nostra città, costruire qui la loro carriera artistica e diventare esempio per le generazioni che li seguiranno, e questo non può prescindere dal Paisiello”.

Marti lavora all’albo delle imprese e delle associazioni culturali.

L’amministrazione comunale di Taranto, nell’ambito del percorso di crescita culturale della città, lavorerà, già a partire dai prossimi giorni, ad un cammino di condivisione di idee che vedrà il coinvolgimento diretto di imprese e associazioni culturali operanti sul territorio.

“Il primo step sarà rappresentato dalla redazione di un albo delle imprese e delle associazioni culturali tarantine - ha dichiarato l’assessore alla cultura Fabiano Marti - albo il cui regolamento è stato già approvato in consiglio comunale, e grazie al quale avremo precisa contezza delle realtà presenti sul territorio e delle attività che svolgono. Poi procederemo alla creazione di un tavolo di confronto, intorno al quale gli operatori si siederanno per portare idee da condividere e far crescere insieme. Tale tavolo avrà una sua sede specifica, probabilmente il nuovo Urban Center sito nella città vecchia e, a differenza dei laboratori urbani presenti in altre città, sarà supervisionato da me che, in qualità di rappresentante dell’amministrazione comunale, avrò il compito di dettare le linee guida in base ai precisi obiettivi da raggiungere e fare in modo che i progetti vengano realizzati col supporto delle istituzioni. Ciò permetterà anche di partecipare, con le idee condivise, a bandi regionali e ministeriali che permettano di recuperare i fondi necessari alla realizzazione dei progetti. Non si può e non si deve in alcun modo prescindere dal coinvolgimento degli operatori culturali presenti sul territorio. E l’amministrazione Melucci è sempre in prima linea nella progettazione di idee di valore condivise che coinvolgano la cittadinanza attiva della nostra città”

Palazzo Pantaleo, sede del Museo Etnografico “Alfredo Majorano” centro strategico della cultura tarantina.

Palazzo Pantaleo, sede del Museo Etnografico “Alfredo Majorano” sta diventando, giorno dopo giorno, sempre più centro strategico della cultura tarantina. Sempre più numerose sono, infatti, le iniziative di cultura, spettacolo e formazione che vengono organizzate in uno dei più suggestivi palazzi storici di Taranto, non a caso sede proprio dell’assessorato alla Cultura.

“Stiamo lavorando per sfruttare al meglio le nostre incredibili risorse architettoniche - ha affermato l’assessore alla Cultura Fabiano Marti - cercando di trasformare la città vecchia nel cuore pulsante della nostra cultura, così come più volte richiesto dal Sindaco Melucci particolarmente attento a sfruttare quanto messo a nostra disposizione dalla storia”.

“Palazzo Pantaleo - continua Marti - è sempre stato poco sfruttato rispetto alle sue enormi potenzialità ed è arrivato il momento di farlo vivere attraverso iniziative culturali e spettacolari (mostre, rappresentazioni teatrali, concerti), con particolare attenzione alla formazione di alto livello ed ai giovani, finalizzando il tutto alla creazione di un centro di aggregazione per le nuove leve culturali. Così, negli ultimi mesi, Palazzo Pantaleo è stato e sarà sede di Mas Week, della rassegna musicale organizzata con l’associazione ‘Domenico Savino’, della rassegna musicale “Stili a confronto” organizzata con l’Orchestra della Magna Grecia, del workshop Officina PHI, di una serie di incontri e confronti formativi organizzati con l’incubatore di idee Asset, e di una lunga serie di spettacoli, mostre e concerti di altissimo livello, senza trascurare i casting del film ‘6 Underground’. Vogliamo far diventare Palazzo Pantaleo un modello da mutuare per far tornare in vita altri luoghi storici della città”.