Iscrizioni Asili Nido Comunali a. s. 2018/2019

La Direzione Pubblica Istruzione, informa che dal 22 maggio 2018 al 9 giugno 2018 sono aperte le iscrizioni alla frequenza negli asili nido Comunali per il prossimo anno scolastico 2018/2019. 

“Un Ponte, una storia …” a Palazzo Pantaleo.

Il Comune di Taranto, il Comando Marittimo Sud ed il Club per l’UNESCO di Taranto in occasione dei 60 anni della realizzazione del Ponte Girevole a Taranto e ispirandosi al programma d’azione Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile hanno organizzato l'evento " Un ponte, una storia…” che si terrà a Palazzo Pantaleo giovedì 17 maggio 2018 alle ore 18.00.

Aprirà l’evento la Fanfara della Marina Militare.

L’architetto Augusto Ressa relazionerà sul tema “Taranto ed il suo ponte girevole” a conclusione degli interventi del Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, dell’Ammiraglio Salvatore Vitiello, Comandante del Comando Marittimo Sud, del Direttore Scientifico del Museo Majorano, Antonio Basile, del Direttore della Biblioteca comunale Acclavio, Gianluigi Pignatelli, e della Presidente del Club per l’UNESCO di Taranto e dell’Ass. Marco Motolese, Carmen Galluzzo Motolese.

Con il contributo del Comando Marittimo Sud e della Biblioteca Comunale Acclavio nelle sale di Palazzo Pantaleo sarà allestita una mostra documentaria, aperta al pubblico dal 17 al 4 giugno 2018 (dal lunedì al sabato dalle 9,00 alle 13,00 martedì e giovedì anche di pomeriggio dalle 15,00 alle 17,00)

“La cultura al centro delle politiche di sviluppo della nostra città, contribuisce a modellare la nostra identità e apre la strada a uno sviluppo incentrato sull'uomo-cittadino- commenta la Presidente Carmen Galluzzo.-  Attraverso forme di collaborazione con gli altri attori del territorio è possibile realizzare eventi culturali per valorizzare il patrimonio culturale della nostra città allineandoci agli obiettivi dell’Agenda 2030 per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale del mondo. Infatti in un periodo nel quale i tradizionali settori industriali risentono della crisi economica e della competizione internazionale, è parere diffuso che le istituzioni culturali possano divenire un volano di sviluppo economico di primaria importanza per la conoscenza storica dei nostri beni culturali e per l’economia locale e non solo.”

Assegnazione di Borse Studio a.s. 2017/2018 per studenti di scuola secondaria di secondo grado - Proroga.

La Regione Puglia – Dipartimento Sviluppo, Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro, ha comunicato la proroga della scadenza per l'invio delle domande Borse di studio a.s. 2017/2018, per studenti di scuola secondaria di secondo grado al giorno 16 marzo 2018.

Osservatorio Ferrajolo e l’Associazione Amici della Musica - Iniziativa per gli studenti

L’Amministrazione comunale riconosce bene il valore sociale e culturale di due realtà territoriali, l’Osservatorio Ferrajolo e l’Associazione Amici della Musica “Arcangelo Speranza” e con esse stringe rapporti convenzionali garantendo, in cambio, forme di sostenibilità alle loro finalità.

Per l’Osservatorio Luigi Ferrajolo, meglio conosciuto come Istituto Meteorologico e Geofisico Luigi Ferrajolo che ha sede nella in via Duomo 181, nella Città Vecchia, il presidente, Vittorio Semeraro, assicurerà al Comune di Taranto l’apertura antimeridiana dell’osservatorio, dalle 9 alle 13 del martedì, giovedì e venerdì di ogni settimana per consentire le visite guidate rivolte soprattutto agli studenti di Taranto ma anche ai visitatori che vorranno conoscere e scoprire questo patrimonio per lo studio della climatologia locale. L’Osservatorio Meteorologico contiene al suo interno un archivio storico di dati completi raccolti dal 1892, una biblioteca dotata di un fondo ottocentesco e del XX secolo nonché un museo composto da strumenti meteorologici e sismici risalenti alla prima metà del XX secolo. La convenzione agisce soprattutto in beneficio degli studenti jonici e a tal proposito è stata inviata una comunicazione alle scuole per organizzare un calendario di visite didattiche.

Analoga convenzione ha sottoscritto con l’Associazione onlus Amici della Musica “Arcangelo Speranza, che è tra i più antichi sodalizi musicali del Paese essendo stata fondata nel 1922. È giunta alla 74° edizione la sua stagione concertistica e la sua programmazione comprende anche un premio concertistico per pianoforte “Arcangelo Speranza” ed il “Giovanni Paisiello Festival” dedicato al grande compositore tarantino. Differenti, dunque, sono gli impegni e gli accordi. A fondamento della convenzione vi è l’idea di incentivare e promuovere l’ascolto della musica classica nelle giovani generazioni. Pertanto, l’associazione nella persona di Paolo Ruta, si è impegnata ad concordare annualmente con l’ente l’organizzazione di cinque eventi aperti gratuitamente a tutti i cittadini, oppure, come è stato deciso per quest’anno, di mettere a disposizione 20 abbonamenti per 5 appuntamenti della stagione concertistica alle scuole di ogni ordine e grado alle quali è stata inviata una comunicazione per prenotare gli ingressi per gli studenti ai concerti:

19 marzo ,ore 18, al Teatro Orfeo, musical “Lo Zecchino d’oro”;

8 aprile, ore 19, Salone della Provincia, Giuseppe D’Elia , pianoforte;

19 aprile , ore 21, Teatro Orfeo “La serva padrona” opera buffa di Giovanni Paisiello;

14 maggio, ore 21, Salone della Provincia, Serena Valluzzi, pianoforte, vincitrice del 55° International Piano Competition “A. Speranza” 2017;

il 24, 25, 26 maggio, dalle ore 9.30 alle 22.00, Salone della Provincia, International Piano Competition “Arcangelo Speranza”

Iniziativa dell’assessore alla cultura, Francesco Sebastio, per avviare un percorso condiviso e partecipato di sviluppo culturale.

Iniziativa dell’assessore alla cultura, Francesco Sebastio, per avviare un percorso condiviso e partecipato di sviluppo culturale. L’invito è rivolto a istituzioni territoriali, enti, associazioni di categoria e Comuni limitrofi per giovedì 15 marzo 2018 alle ore 10,00 alla sede dell’Assessorato alla Cultura in Palazzo Pantaleo.  Non manca nessuno nel suo elenco tra quelli che a vario titolo possono contribuire al processo di produttività culturale che non  deve  riguardare solo Taranto né può essere portato avanti dalle singole istituzioni o con saltuarie e disarticolate iniziative ed episodici interventi, ma richiede un approccio integrato e trasversale. L’assessore Sebastio, in tema di cultura, sostiene a buona ragione che occorre lavorare su seria ed articolata programmazione che deve necessariamente fondarsi  sulla collaborazione e sulla condivisione di tutti gli enti istituzionali: la Soprintendenza di Lecce/Taranto, la direzione del MArTA, l’Università, l’Istituto Superiore di Studi Musicali Paisiello, la stessa Marina Militare, che custodisce e rende fruibili veri tesori architettonici, artistici e naturalistici, fra i quali rientra non solo, come è ovvio, il Castello Aragonese, ma anche la zona dell’Arsenale destinata ormai a museo di archeologia industriale, l’isola di San Paolo, la zona circostante l’Ospedale Militare Marittimo. E tra questi l’assessore ricorda anche il ruolo importantissimo svolto dall'Istituzione Ecclesiastica, che custodisce e conserva complessi di enorme rilevanza architettonica, artistica e letteraria, all'interno ma anche all'esterno della Città Vecchia, fornendo un enorme contributo al settore.
“Quando si parla di cultura- spiega l’amministratore della giunta Melucci-  non solo di una città ma di un intero territorio, si deve evidenziare anche  il ruolo fondamentale assunto dai numerosissimi gruppi e associazioni che, magari basandosi essenzialmente sul volontariato  e utilizzando scarsi mezzi economici, portano comunque avanti un discorso che interessa i più svariati settori, da quello letterario a quello delle arti figurative ed ancora a quello delle arti musicali, teatrali, cinematografiche. Nel breve tempo trascorso da quando ho assunto l’incarico assessorile ho constatato l’esistenza di un magma effervescente di associazioni e gruppi di ogni genere e ho già verificato l’entusiasmo con il quale tali soggetti cercano, in mezzo a mille difficoltà, di portare avanti il loro discorso culturale. Sto contattando- continua Sebastio- enti e associazioni e sto creando un archivio di dati che possa fornire una adeguata conoscenza di tali soggettività. Per avviare un percorso completo  sul tema della nostra cultura è necessario e indispensabile includere anche quelle  individualità che non appartengono ad enti pubblici o associazioni private, ma della cui presenza e contributo non può farsi assolutamente a meno.” Diversi momenti di incontro e di confronto  con enti pubblici, organizzazioni private e singoli rappresentanti del mondo della cultura saranno calendarizzati per predisporre le linee guida ed operative che consentano l’avvio  di una serie di programmi culturali “Il tutto- sottolinea l’assessore non nell'ottica di un confuso e populistico assemblearismo, ma in un quadro di partecipazione seria, qualificata e non dilettantistica. In definitiva, si deve riconoscere che la cultura è uno degli elementi fondativi della società e le sue problematiche non possono essere affidate, per la loro soluzione, a singoli soggetti e a singole Istituzioni, ma presuppongono, invece, uno stretto rapporto di condivisione e di partecipazione”