684E3BE5 3732 4B5D A031 726335953600“Un progetto che ha in sé delle grosse potenzialità e rappresenta l’espressione della Taranto più bella, che ci crede e vuole emergere”. Il vicesindaco Rocco De Franchi commenta l’incontro nella capitale, nella sede nazionale del Coni, a cui ha partecipato in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Taranto. Al centro, un progetto ad ampio raggio che prende le mosse dal libro “Ikkos- l’Atleta di Taranto” dello scrittore Lorenzo Laporta, edito da Mandese, ma che sta già guardando oltre. “Questo ragazzo- dice De Franchi -  ha travolto tutti con la sua voglia di fare e di dimostrare quanto è variegato il nostro patrimonio. A cominciare dal sindaco Rinaldo Melucci, impossibilitato a raggiungere Roma in quanto impegnato nei festeggiamenti in onore di San Cataldo. Ma il Comune c’era. Insieme ci siamo ritrovati nel tempio dello sport, con il presidente del Coni Giovanni Malagò, che ha espresso grande apprezzamento per questa impresa che parte da lontano e nasce in quella terra che è stata culla della Magna Grecia. E ora si torna a casa con importanti risultati. Tra questi: la possibilità di ospitare a Taranto i Giochi del Mediterraneo, di cui Ikkos potrebbe essere emblema, e la partecipazione agli Europei di atletica in programma in Germania”.

Dall’amministrazione, pieno sostegno alle molteplici iniziative che saranno sviluppate. “Taranto - prosegue il vice sindaco -  ha bisogno di eroi positivi, questo lavoro punta a dimostrare che la cultura può diventare volano di sviluppo economico e turistico. Ikkos si muove tra storia e mito e può sicuramente diventare il simbolo di una narrazione ricca di fascino, di cui la città ha bisogno. Infine, viste le sue peculiarità, può toccare gli ambiti più disparati: letteratura, sport, enogastronomia, turismo, blu economy e tanto altro”.