Comunicazione al contribuente in materia di provvedimenti di accertamento.

La Direzione Tributi – Controllo partecipate informa i cittadini contribuenti che coloro i quali hanno ricevuto in questi giorni avvisi di accertamento che ritengono essere errati, potranno presentare istanza di annullamento/rettifica in autotutela con le seguenti alternative modalità:
1.  presso la sede della Direzione su apposita modulistica disponibile in ufficio;
2. a mezzo posta elettronica ordinaria o pec (posta elettronica certificata), compilando il modulo inserito nell’apposita sezione del sito web del Comune di Taranto istituzionale dell’Ente nella sezione modulistica – tributi, nel quale sono indicati i recapiti, evitando così inutili possibili lunghe attese allo sportello.
La Direzione si impegna ad esaminare nel più breve tempo possibile le istanze pervenute, anche successivamente al termine di 60 gg. dalla notifica dell’atto al contribuente fissato per la proposizione del ricorso.
L’eventuale accoglimento dell’istanza, anche dopo il termine per la proposizione del ricorso di cui sopra, determinerà l’annullamento dell’atto attraverso l’esercizio dell’autotutela comunale.
Si precisa che in ogni caso la presentazione dell’istanza non interrompe i termini fissati dalla legge per la proposizione del reclamo/ricorso.
Infine, tenuto conto delle numerose richieste di chiarimento pervenute, si evidenzia ad ogni buon fine che gli effetti della notificazione, eseguita a mezzo del servizio postale degli atti di imposizione tributaria, così come chiarito da più sentenze della Corte di Cassazione, si producono per il notificante al momento della consegna del piego all’ufficiale giudiziario (ovvero al personale del servizio postale) e per il destinatario al momento della ricezione. Ne consegue che il termine per verificare la tempestività della notificazione dell’avviso di accertamento spedito a mezzo posta coincide con la data di spedizione del plico e non con quella della sua ricezione da parte del contribuente.

AMIU apre i suoi canali "Social”

L’obiettivo di consolidare il rapporto con l’utenza è uno dei punti fermi del Socio Unico e del nuovo management di AMIU S.p.A. Taranto.
Per questo motivo, implementando la sperimentazione avviata tramite il sito internet aziendale con il modulo di segnalazioni “Dillo ad Amiu”, accolto positivamente dai cittadini, saranno attivati i canali social di Facebook e Twitter. Tramite pagina e profilo ufficiali, quindi, AMIU si impegnerà a comunicare direttamente all’utenza le attività svolte.
Il raggiungimento di tale obiettivo, inoltre, consentirà di rendicontare con maggiore puntualità la mole di servizi svolta da AMIU, a garanzia della corretta applicazione del contratto di servizi. Va rilevato, infatti, come l’azienda sia un bene dei cittadini di Taranto ed è a loro che si deve il massimo riscontro.

"Anche AMIU farà la sua parte, nel comune obiettivo di rendere Taranto più accogliente durante il periodo festivo"

Massimiliano Motolese: "Anche AMIU S.p.A. farà la sua parte, nel comune obiettivo di rendere Taranto più accogliente durante il periodo festivo.
Saranno potenziati i servizi di spazzamento manuale, intervenendo anche di domenica nelle aree cittadine a più spiccata vocazione commerciale. Le arterie intorno all’area pedonale del quartiere Borgo, quindi, insieme alle zone circostanti via Liguria e via Cesare Battisti riceveranno maggiori attenzioni da parte degli operatori, per consentire ai cittadini e ai visitatori di percepire una decisa sensazione di decoro.
In questo senso, però, è necessario che proprio questi ultimi diano il loro contributo. Il potenziamento dei servizi, infatti, necessario per il previsto aumento di presenze dovuto allo shopping natalizio, non sarà tuttavia sufficiente se non troverà corrispondenza in un recupero del comune senso civico".

IMU e TARI. Sportelli comunali a disposizione del contribuente.

Riguardo ai provvedimenti di accertamento e liquidazione IMU e TARI notificati ai contribuenti entro il 31.12.2017, si rappresenta che la Direzione Tributi del Comune, in relazione alle eventuali anomalie riscontrate, provvede in tempi brevi alla verifica e all'aggiornamento e rettifica dei provvedimenti.

Inoltre, nei casi più complessi, l'esercizio del potere di autotutela potrà comunque essere esercitato dall'Ente previa relativa istruttoria al fine di evitare contenziosi presso la commissione Tributaria.

Avviso pagamento 4^ rata TARI E saldo IMU e TASI ANNO 2017

Si informano i cittadini che entro lunedì 18 dicembre 2017, scadenza prorogata al primo giorno non festivo successivo in quanto il giorno 16 cade di sabato, deve essere effettuato il versamento del saldo IMU e TASI anno 2017 e il versamento della quarta ed ultima rata della TARI dovuta per l’anno 2017.

Il versamento dell’IMU deve essere effettuato in autoliquidazione dal contribuente, applicando le aliquote IMU già in vigore per l’anno 2016. Per l’anno corrente non sono state deliberate variazioni di aliquote.

Il versamento della TASI deve essere effettuato sempre in autoliquidazione dal contribuente, applicando le aliquote TASI già in vigore per l’anno 2016. Si ricorda che la TASI non è dovuta per gli immobili che costituiscono abitazione principale del contribuente e relative pertinenze e sugli immobili tenuti a disposizione.

Il versamento della TARI deve essere effettuato invece utilizzando il Mod. F24 n. 4 allegato all’avviso di pagamento già notificato. Coloro che avessero smarrito il modello di versamento o non fossero venuti in possesso dell’avviso TARI 2017, possono richiedere copia all’Ufficio Tributi.

Per informazioni e chiarimenti e possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi, sito in Via Anfiteatro, 72 ed aperto al pubblico nei gironi di lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 ed il martedì ed il giovedì dalle ore 15,00 alle ore 16,00.