Comunicazioni alla cittadinanza

Cataldino: Il disegno del rilancio di Taranto acquista pian piano maggiore definizione

La prospettiva di rilancio della Città diTaranto acquista pian piano maggiore definizione. In questa direzione valutiamo l’assegnazione del Molo Polisettoriale del Porto di Taranto alla società terminalista turca Yilport Holding che restituirà prospettiva occupazionale e di sviluppo allo scalo.
E’ profonda la soddisfazione per l’obiettivo raggiunto, con l’approvazione finale del Comitato di Gestione e della Commissione Consultiva, dal Presidente Sergio Prete.
In questi mesi il sindaco Melucci e l’amministrazione comunale hanno supportato convintamente il difficile compito di rilancio del Porto da parte dell’Autorità di Sistema Portuale dello Ionio. Lo abbiamo fatto anche quando l’ennesimo ricorso al Tar si è posto di traverso all’azione intrapresa e, da istituzione responsabile, ci siamo costituiti accanto ad Autorità Portuale e Yilport.
Siamo certi che la condivisione di un’idea di sviluppo integrato del nostro territorio abbia contribuito alla individuazione di un operatore capace di rafforzare la movimentazione portuale e la logistica per riportare Taranto al centro del Mediterraneo quale snodo importante dei traffici internazionali.
Siamo altresì consapevoli delle responsabilità che rivengono alla politica e alle istituzioni da questa e da tutte le opportunità convergenti sul nostro territorio a breve e medio termine.
Il Comune di Taranto si farà parte responsabile nel coordinare e coinvolgere gli attori istituzionali, sociali, economici, culturali e la società civile che compongono il sistema di riferimento della città e dell’area vasta, per concorrere tutti alla elaborazione delle linee strategiche di sviluppo proposte dall’amministrazione.
Il Comune di Taranto è, e vuole continuare a essere, un’autorevole interlocutore, aggregatore e catalizzatore d’impegno per tutti coloro che operano sul nostro territorio e, in ragione di questo, hanno il diritto/dovere di essere coprotagonisti del rilancio economico, occupazionale, sociale e culturale del territorio di Taranto.

Gianni Cataldino

Avviso tassa sui rifiuti - Anno 2013.

Nell’ambito dei controlli periodici ed obbligatori, sui pagamenti dei Tributi comunali, l’Ufficio Tributi ha verificato i mancati versamenti - totali o parziali - della Tassa sui Rifiuti dovuta per l’anno 2013.

Ai contribuenti interessati, nei prossimi giorni saranno recapitate, al proprio indirizzo, le cartelle con valore di sollecito-accertamento del dovuto.

Considerato l’elevato numero delle posizioni non regolari emerse sono state attivate delle procedure che da un lato perseguono l’obbligo della tassazione e dall’altro tutelano i contribuenti: sia nella semplificazione degli adempimenti e sia per eventuali possibili non coincidenze tra il dato comunale e quanto risulta al contribuente.

A tal fine è stato stabilito che:

  1. A)alla notifica della cartella, se il contribuente verificherà il suo mancato versamento della Tassa sui Rifiuti dovuta per l’anno 2013 potrà saldare il dovuto entro 60 gg. senza aggravio di sanzioni ed interessi;
  2. B)decorso tale termine potrà comunque saldare il dovuto, nei successivi 30 giorni, con l’aggiunta delle sanzioni e gli interessi in conformità alle disposizioni del D.lgs. n. 471, n. 472 e n. 473 del 1997;
  3. C)Il perdurare dell’inadempimento, nei termini sopra indicati, comporterà l’avvio della riscossione coattiva con l’ulteriore aggravio delle spese di esecuzione oltreché degli interessi di mora che andranno a maturare.

Per il pagamento saranno allegati alla cartella due modelli di versamento F24 precompilati di cui solo uno andrà utilizzato:

  1. se si paga entro 60 giorni dalla notifica va utilizzato l’F24 non comprendente le sanzioni e gli interessi;
  2. se si paga decorsi i 60 giorni dalla notifica va utilizzato l’F24 comprensivo delle sanzioni e degli interessi per ritardato versamento.

Nell’ottica di agevolare al massimo i contribuenti nelle informazioni e nella semplificazione degli adempimenti l’amministrazione attiverà delle forme straordinarie di assistenza così organizzate:

  1. presso la sede della Direzione Tributi, in Via Anfiteatro n. 72 a Taranto, negli usuali orari di orari di apertura degli sportelli: nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 16,00;
  2. con l’apertura, fino al 31 dicembre 2018, di sportelli decentrati dell’ufficio tributi presso le seguenti sedi circoscrizionali:

> Talsano – Lama-S.Vito, nei giorni di martedì e giovedì dalla ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00;

>   Paolo VI nei giorni di martedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00;

>   Tamburi, nei giorni di giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00.

3) senza recarsi presso gli uffici comunali il contribuente che non riterrà corretti i rilievi dell’amministrazione avrà sempre facoltà di presentare richiesta di riesame per ottenere l’annullamento totale o parziale dell’atto: utilizzando l’apposita modulistica messa a disposizione dall’ufficio e scaricabile dal sito del Comune di Taranto al seguente link http://www.comune.taranto.it/index.php/modulistica/tributi-2, indirizzandola a Comune di Taranto - Ufficio Tributi, Via Anfiteatro n. 72 a mezzo consegna diretta o raccomandata a/r o a mezzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

4) il contribuente potrà altresì utilizzare l’apposita sezione on-line dei tributi sul sito istituzionale del Comune di Taranto, dove, previa registrazione, oltre a poter verificare la propria posizione, potrà attivare le eventuali istanze di autotutela;

5) sono in corso di definizione apposite convenzioni con CAF, associazioni di categoria e professionisti per supportare i cittadini e le imprese nel corretto adempimento degli obblighi dichiarativi o richieste di chiarimenti ed informazioni, attraverso la creazione e fruizione di specifiche funzioni attraverso il portale on-line dei tributi comunali; appena tali convenzioni saranno attivate sarà data comunicazione alla cittadinanza.

Cataldino: “Su inciviltà e vandalismo serve collaborazione e supporto da parte della città perbene”

Vedendo le foto dello scempio fatto di piazza Fontana ho provato vergogna. La provo come cittadino di Taranto prima e amministratore poi, soffrendo dell’elevato livello di inciviltà che le persone perbene di questa città devono sopportare loro malgrado.

L’Amiu a poche ore dalla denuncia ha provveduto a un radicale intervento di pulizia di Piazza Fontana. Un monumento e opera d’arte della nostra città lordato, ferito e imbrattato con vernice da un barbaro concittadino. Gli operatori con solerzia sono intervenuti anche in un delicato compito di rimozione della vernice su una superficie di acciaio trattato usufruendo del conforto di consulenti della soprintendenza.

E’ solo uno dei tanti interventi che però sembrano sempre non bastare di fronte alla maleducazione imperante. Eppure ogni giorno facciamo un passo in avanti nella lotta al degrado e sono convinto che, attraverso l’azione della polizia municipale di contrasto all’illegalità che intendiamo intensificare, alla fine l’urbano prevarrà sull’inurbano.

Molti concittadini ci chiedono più telecamere, molte sono già installate e proprio grazie ad alcune di queste cercheremo di assicurare alla giustizia gli autori del gesto di Piazza Fontana.

Non possiamo però istituire una specie di Grande Fratello con telecamere ad ogni angolo, per cui esortiamo i cittadini responsabili a essere loro i primi censori e a denunciare episodi di cui sono testimoni.

L’amministrazione Melucci è al fianco dei cittadini che rispettano la città e intende garantire loro tutto il supporto possibile ma ne chiede in cambio altrettanto, per isolare gli incivili che hanno deciso purtroppo di sperperare il denaro e gli sforzi di tutti. Si stancheranno prima loro, vedrete.

Intanto ieri sera la polizia locale è intervenuta nuovamente sul commercio abusivo in via D’Aquino e oggi in via Mazzini e via Temenide.

AMIU ha ripreso da martedì scorso le attività di raccolta dei rifiuti ingombranti.

Da giovedì 13 a martedì 18, infatti, il servizio è stato sospeso per la contestuale indisponibilità dell’impianto di conferimento. La piattaforma di recupero individuata dal Comune non poteva accettare il materiale raccolta nel territorio cittadino, circostanza che ha costretto l’azienda a sospendere temporaneamente il servizio di raccolta, contestualmente alle attività del “numero verde”.

Pur non avendo fissato alcun appuntamento per il ritiro degli ingombranti, però, si sono registrati alcuni abbandoni illegittimi che non hanno contribuito a preservare il decoro urbano. Ci scusiamo con la cittadinanza per il disservizio, vi invitiamo a prenotare il ritiro degli ingombranti secondo le modalità usuali. Entro pochi giorni ripristineremo la situazione di normalità per le vie della città.

Il servizio idrovie dell’Amat spa non si interrompe con la chiusura della stagione balneare.

Martedì 11 settembre alle 11,30 il Presidente Gira, insieme ai componenti del cda e all’assessore Cataldino, illustrerà alla stampa a bordo di una motonave le iniziative programmate per l’autunno:
- il ripristino delle escursioni serali, durante le quali una guida esperta racconterà la storia dei siti che si incontrano lungo l’itinerario messo a punto;
- un progetto con le scuole di Taranto e della provincia.

I giornalisti si imbarcheranno sulla motonave per un breve giro in mar Piccolo e mar Grande durante il quale avrà luogo la conferenza stampa.

Appuntamento martedì 11 settembre alle 11.30 in piazzale Democrate.